www.carlodelli.com

Banner

Notizie

Notizie flash

giugno 2017 Nella splendida cornice della Certosa di Calci sono relatore al workshop "Fotografare il comportamento animale"

Interessantissima e proficua presentazione del mio libro "... nelle nostre ossa" presso la Coop di Porta a Mare a Pisa!!

maggio 2017 Serata di Creative Life a Campi Bisenzio, su invito del grande Giorgio Tani

Aprile 2017 Con grande piacere sono stato invitato a Firenze dal fotoclub IL CUPOLONE per una serata su fotografia e poesia.

Marzo 2017 Davvero molto interessante il convegno su Astrattismo e Natura a Palazzo Vitelli a Pisa, che mi ha visto tra i relatori.

Gennaio 2017: è uscito il mio Ebook, che è anche un AUDIOLIBRO, "...sulle nostre ossa", che racconta una breve ma intensa storia in liriche e fotografie. Lo trovate su www.intrecciedizioni.it o su Ibook dell'Apple Store.

11 novembre 2016: I° incontro Carlo Delli . creative life , Pisa, via Valgimigli 1

22 aprile 2016: relatore all'incontro-dibattito su "Etica e atto fotografico oggi" alla Scuola Superiore S.Anna di Pisa.

Marzo 2016: la mia opera "La Terra non ci guarderà mai", appositamente creata per il tema "Il cinema e lo sguardo degli altri" è esposta al MAM - Museo Arte Moderna - di Cosenza. Potete vederla sullla mia pagina fan di feisbuk: "Carlo Delli . creative life": iscrivetevi!!

Dal 26 settembre al 18 ottobre 2015 ho esposto un dittico di Fotografie e FotoScultuRes al Museo di Arte Contemporanea Carà di Muggia-Trieste.

New York !!! Dal 21 maggio al 3 giugno 2015 esposizione di fotografie e fotosculture della serie "Mari" nella bella ONISHI Gallery nel quartiere artistico di Manhattan, Chelesea, comprese nella mostra "The vibrancy of being human".

Aprile 2015: impegnativo SOLO STAND alla Fiera M.I.A. , Milan Image Art, insieme alla Galleria Spaziofarini6 di Milano.

Aprile 2014: emozionante mostra personale nella Galleria 10.2! International Research Contemporary Art di Milano, curata da Gigliola Foschi, con le fotografie de I racconti di Mayim e il Video IO sono molto più di mayim n°1.

Dal 21 dicembre 2013 al 30 marzo 2014 la mia mostra "Dell'acqua e della luce" nelle due grandi sale del secondo piano di Palazzo Lanfranchi a Pisa. 24 fotografie in grande formato tra cui le 10 inedite di "IN UTERO".

Nell'agosto 2013 una mia opera e un mio testo poetico alla collettiva Luci e ombre - Tornare @ Itaca a Grimaldi, in Calabria. La mostra è replicata a Milano in novembre-dicembre.

Nel giugno 2013 ho partecipato alla collettiva "Natura permanente e la Cura - l'acqua, l'aria" a Palazzo Pirola a Gorgonzola, con testi di Eleonora Fiorani, con le opere Mare n°3 e Mare-fuori serie n°1.

Nel maggio 2013 sono stato presente alla collettiva "Shop_Les jeux d'amour" nella Galleria OSTRAKON di Milano, con un'opera di FotoSculptuRes in vetro, fotografia, legno e resina, della serie "Nell'ora che mi conosci".

Novembre 2012: per la seconda volta sono all'evento "ARTISTA DI LIBRO" alla Galleria 10.2! di Milano con l'opera "...sulle nostre e sulle vostre ossa".

Il 24 maggio 2012 ho presentato il mio libro d'arte "Trattato sull'apparizione delle lettere e delle immagini" nella galleria DIE MAUER a Prato, insieme al prof. Massimo Mussini.

Aprile-agosto 2012: due mie opere della serie "I racconti di Majim" - in formato 66x100cm sotto plexiglass - alla mostra "Acqua è energia" all'Acquario Civico di Milano nell'ambito di PhotoFestival 2012.

L'evento-mostra ARTISTA di LIBRO mi ha visto tra gli 8 partecipanti alla Galleria 10.2! di Milano. Il vernissage, sabato 8 ottobre 2011, è stato molto positivo!

Il 10 giugno 2011 ho presentato all'SMS di Pisa il mio libro fotografico NATURA di S.ROSSORE-CREAZIONI. Tanta gente, tanti fotografi, tanti amici! davvero una serata emozionante, grazie a tutti!

Nel maggio 2011 è stata aperta nella sede milanese della Galleria 10.2! International Research Contemporary Art la mia mostra "Fotocreature DigOut", curata da Lorella Giudici e Denis Curti.

Febbraio 2011: ho partecipato alla Fiera d'Arte AFFORDABLE ART FAIR - MILANO www.affordableartfair.com come artista della Galleria milanese 10.2! International Research Contemporary Art !! www.diecipuntodue.it

Il 29 gennaio 2011 si è tenuto l'evento CARLODELLI - POESIA, FOTOGRAFIA e IMMAGINE nell'Aula Magna del S.Anna a Pisa, con Bob Evangelisti, Athos Bigongiali e Pierantonio Pardi

Una mia opera è stata presente all'evento "TUTTO IN UNA SCATOLA... D'ARTISTA" nella Biblioteca di Filosofia e Storia, a Pisa, dal 2/10 fino al 31/12/2010

Nel luglio e agosto 2010 si è tenuta la mostra I racconti di Majim e altre storie nei grandi spazi dello STUDIO GENNAI di PISA.

Dal 14 al 27 maggio 2010 ho tenuto la mostra FOTOCREATURE-INSIDER EXPOSITION nel bellissimo spazio dello Studio d'Arte Pucci a Pietrasanta.

Da SABATO 17 APRILE fino al 18 maggio 2010 ho avuto la personale "MAJIM-Fotocreature" all'SMS in San Michele degli Scalzi a PISA, nell'ambito de "IL FUTURO DELL'ACQUA".

12/2009 La FIAP mi ha conferito la sua massima onereficenza: MAESTRO FIAP.

11/2009 E' nato il "TRATTATO sull'APPARIZIONE delle IMMAGINI e delle LETTERE", una edizione speciale in due tirature limitate del mio ultimo libro di poesie.

11/2009 Col progetto FOTOCREATURE DIG-OUT sono uno dei 24 finalisti del XIII Premio Internazionale MASSENZIO ARTE a ROMA. (vedi www.massenzioarte.it).

07/2009 E' terminata il 23 luglio una mia mostra nel bellissimo ambiente SPAZIO81-MORE a Milano. Si può vedere nella sez. MOSTRA MILANO 2009 nel mio sito principale (www.fotocreature.com)

07/2009 Ho realizzato una foto per la copertina del disco "Sorry but I feel so bad" del gruppo rock "The Blacklies": vedere su www.theblacklies.com.

15 maggio 2009: sono stato presente al Circolo fotografico LE GRU di Valverde (Catania) alla inaugurazione di una mia mostra con un interessante dibattito. Grazie agli amici siciliani!!

11/2008 Un mio ritratto in b/n del poeta Alberto Caramella è sulla copertina del doppio CD "Il soggetto è il mare" con musiche di Gianmario Liuni e testi di Alberto Caramella

Eventi
Ci sono qui alcune parole sulle mie Conferenze/Esposizioni,
poi alcuni brevi testi a loro relativi.

 

Per richiedere una mia collaborazione con qualsiasi Associazione basta contattarmi via e-mail.

Ho fatto la mia prima “serata pubblica” il 28 gennaio 1994 a Càscina, a cura del locale Circolo fotografico il “3C”, Cinefoto Club Cascina, oggi dedicato al suo presidente storico, Silvio Barsotti che ho avuto la fortuna di conoscere. Nel settembre dello stesso anno ho tenuto la mia prima mostra a Pisa, all’Angolo di Borgo, dal semplice titolo “Fotografia Naturalistica”.
Le prime proiezioni le ho fatte accompagnare, come avevo sempre visto fare, da una colonna sonora, ma ben presto ho preferito sviluppare durante gli incontri una tesi da illustrare a voce commentando le immagini proiettate e a volte con alcune stampe da mostrare alla fine. Ho cercato così di stuzzicare sempre il pubblico per avere un dialogo, facendo una vera e propria Conferenza e devo dire che diverse volte questo dialogo è stato assai interessante e ha consentito anche a me di uscirne arricchito.
Questa impostazione ed anche gli argomenti e le immagini delle mie Conferenze sono evidentemente piaciute, perché ho ricevuto molti inviti e ad oggi sono quasi 60 gli incontri avuti con tanti Circoli Fotografici e Associazioni varie. Non credo sia importante fare un elenco completo, però voglio accennarne qualcuno, mi scuso con quelli non citati. Voglio citare allora quelle al Circolo Fotografico Milanese, alla Società Fotografica Subalpina di Torino e al Gruppo fotografico Il Cascinetto di Cremona non solo per il prestigio delle sedi ma anche perché mi hanno invitato ognuno due volte!! Due volte sono stato invitato anche da un circolo al quale sono particolarmente “affezionato” e cioè il Circolo Fotocine Garfagnana di Castelnuovo Garfagnana. Poi tra le ultime “serate” quelle al Fotoclub Lucchese e al Circolo Fotografico Apuano di Carrara, perché oltre ad avere un pubblico molto numeroso ci sono state alla fine domande davvero molto interessanti. Ricordo con piacere anche la serata al Fotoclub 3ASA di Poggibonsi, dove c’è stata una discussione molto feconda e perché i soli sette o otto presenti hanno voluto ben nove libri!. Non vado oltre anche se di molte altre volte conservo ricordi davvero piacevoli.
Per queste Conferenze preparo quasi sempre una brochure di quattro pagine con una foto originale allegata ed un testo che illustra i temi trattati: ne riporto qualcuno qui di seguito. Ho sempre cercato di rispondere positivamente a quasi tutte le richieste, compatibilmente con i miei tanti impegni per la fotografia, come ho già scritto per una collaborazione basta contattarmi via e-mail.
Anche per le mostre non credo sia importante fare un elenco. È ovvio che alcune mi sono rimaste particolarmente care, come la prima grande mostra fatta alla Certosa di Calci nei meravigliosi sotterranei della chiesa con oltre 100 fotografie, a cura del Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa. Poi le due esposizioni al Toscana Foto Festival di Massa Marittima quale vincitore per due volte del Premio Le Logge, quella nella Cappella Medicea di Seravezza nell’ambito di Seravezza Fotografia 2005 e “Details of wonder” sempre nel 2005 alla Galleria d’Arte La Rocca di San Gimignano. Particolarmente “preziosa” la mostra del 2002 “Stupito su questa Terra” alla Galleria San Fedele di Milano a cura di Denis Curti. Le ultime due: nell’agosto 2007 “Details of wonder” al Cassero Pratese e nel febbraio 2008 “Fotocreature Preview” al Caffè delle Giubbe Rosse di Firenze. La più lontana nello spazio è senza dubbio quella tenuta a gennaio del 2000 a Maitland, poco a nord di Sidney in Australia, in occasione dell’invito avuto come giudice al Concorso Internazionale di Fotografia organizzato nella stessa città.



ALCUNI TESTI

Conferenza a Cremona


Il Gruppo Fotografico “IL CASCINETTO”
presenta

<<... LA NATURA COME UN'OPERA D'ARTE>>
di CARLO DELLI

Il titolo di questa proiezione è preso dal finale di questo scritto e ritengo vero quello che asserisce, anzi ritengo che sia arte "autonoma" buona parte della fotografia e, con lo stesso linguaggio di tutti gli altri generi, anche della fotografia naturalistica, che oltre a poter avere un aspetto estetico notevole ha in più anche un grande significato perché l'idea che sta dentro al fotografo e dietro al segno è spesso molto importante.
A favore delle mie ragioni porto due "avvocati". Platone, per primo nella cultura occidentale, dice che cos'è Arte: <<Arte è creazione>> (Simposio). Cito poi il grande fotografo francese Denis Brihat: <<Essendo il soggetto infinito, il fotografo può fare opera personale in funzione della sua scelta, proprio come il pittore di fronte ad una tela bianca; la fotografia è il mezzo poetico per eccellenza, un rivelatore dell'Universo>>.
L'Universo che ci ha generati e la più alta espressione di arte perché è creazione e quindi arte divina; la Natura è una seconda Bibbia che deve farci riflettere sul senso della vita umana e il fotografo naturalista può tradurla nel linguaggio fotografico anche in modo soggettivo e creativo ma con le minori manipolazioni possibili, usando i criteri di bellezza e di realtà. Per tutto ciò la fotografia naturalistica non è seconda a nessun altro genere di fotografia.
Il finale è del premio Nobel Ilya Prigogine: <<Ogni grande era della scienza ha avuto un modello della Natura, per la nostra potrebbe andare bene...la Natura come un'opera d'arte>> C.D.


Conferenza a Pisa

Il Circolo Fotografico “Il Gruppo”
presenta

“DETAILS OF WONDER” e “I VERI E DELLA SAVANA”
di CARLO DELLI

Credo che un libro fotografico debba essere non una semplice raccolta di belle fotografie ma un vero e proprio racconto, proprio come avviene in letteratura, con una trama, con ogni immagine come una frase che vale non solo per se stessa ma soprattutto per le relazioni che ha con le altre; spero che “Detail of wonder” mostri questa intenzione. Credo anche che un libro debba avere una motivazione forte. La mia è ben illustrata da Ansel Adams in una sua lettera a Dorothea Lange del 1962, incredibilmente attuale:
<<Mi arrabbio per il palese rifiuto della bellezza. Io non ho paura della bellezza, della poesia, del sentimento. Penso che sia altrettanto importante portare alla gente la prova della bellezza del mondo naturale e dell’uomo di quanto lo sia documentarne la bruttezza, lo squallore e la disperazione>>. Una frase che mi verrebbe da riscrivere ancora; per favore consideratela in tutto il suo significato.

Nella seconda parte ritorno un po’ alle origini, alla parte più classica della foto di Natura, quella dei grandi animali africani. Ma le varianti sono due. Dal punto di vista naturalistico il rovesciamento delle gerarchie: i buffoni sono dominatori con tutta la savana come scena e come reggia, i re sono comprimari con un piccolo teatrino per la loro rappresentazione violenta solo per necessità e comunque ininfluente. Dal punto di vista fotografico una inaspettata (anche per me!) pretesa del bianco e nero di scavalcare il colore. Ed è così, sarà forza o debolezza del bianco e nero il fatto che riesca a trasformare in immagini molto apprezzate delle fotografie che a colori sono da buttare? C.D.


Conferenza a Lucca


Il FOTOCLUB LUCCHESE B.F.I.
presenta

NATURA: UNA CREATIVITÀ “SUPERIORE”
di CARLO DELLI

Il linguaggio fotografico è complesso, affascinante e più che mai attuale. Attuale anche per i mezzi digitali sempre più “invadenti” che facilitano il mondo delle elaborazioni, che con interesse seguo ed in piccola parte pratico. Eppure credo che proprio questo correre della fantasia sempre più al di fuori della realtà, rende ancor più onore a quella fotografia che invece con la realtà vuol restare ancorata. Sì, io credo che quello della realtà, in particolare la realtà naturale, è il “mondo” più originale ed importante se si vuole ancora parlare di fotografia, se no… va benissimo lo stesso, si tratta di altre forme di espressione né peggiori né migliori in senso assoluto, solo diverse.
La fotografia è rappresentazione della realtà quando l’idea è di riferirci ad essa senza manipolarla o stravolgerla, ed è possibile avere delle immagini creative senza manipolazione. La confusione tra creazione ed elaborazione è uno dei preconcetti più stupidi e deleteri che è oggi nella testa di molte persone che si occupano di fotografia, soprattutto dei critici, degli “esperti”. Autori come Adams, Haas, Shaw, Rowell, Lanting etc., e la storia della fotografia dimostrano che sostenere che la creatività si ha solo con l’elaborazione rivela incomprensione e ignoranza.
Mi servirò oggi di due tra le tante chiavi di lettura. La prima è la possibilità di una foto di essere documento, narrazione o creazione, la seconda è che fotografando puntiamo l’obiettivo solo su tre cose: noi stessi, gli altri e le loro opere, il Creatore e le sue opere. Mostrerò, spero, l’aspetto creativo della fotografia di Natura, dove il soggetto è anche un mezzo per dire qualcosa di “altro” e più vasto, dove l’idea è che l’oggetto naturale è opera diretta di un Creatore (Dio, se lo credete) e che il fotografo cerca punti di contatto tra la sua sensibilità, intelligenza e cultura, e il Creato. Questo contatto miracoloso di noi esseri creati che diventiamo creatori (e quindi artisti) è una delle vette più alte della vera fotografia. C.D.


Conferenza a Cremona

Il GRUPPO FOTOGRAFICO IL CASCINETTO di CREMONA
presenta

IN VIAGGIO (MA QUALE?!) CON LA FOTOGRAFIA DI NATURA
di CARLO DELLI


Teatro della Casa della Gioventù – Castelvetro Piacentino

Viaggiare per incontrare la Natura. Paesaggi, acque, rocce, piante, animali.
Un’infinità sul pianeta Terra che mai nessuno potrà vedere tutta, anche perché sempre cambia.
Ma per viaggiare occorre cambiare continente oppure punto di vista? Si viaggia con l’auto e l’aereo oppure con la mente? I mondi da scoprire sono fuori o dentro di noi? Risposte facili e scontate credo… o no? Per fortuna nel mondo naturale per scoprire occorre solo aver voglia… di scoprire!
In una serata non sarà certo possibile vedere tutto questo mondo. Accontentiamoci allora di andare dal Monte Pisano agli altopiani dell’Africa Centrale, dai monti della Versilia alle Montagne Rocciose di Utah e Arizona fino alla inaspettata natura nella zona urbana di Cagliari. Buon viaggio!
Non potrà comunque mancare una riflessione su come anche la fotografia di Natura (e la fotografia “realista” in generale) possa essere creativa, cioè di come la creatività non sia affatto sinonimo di elaborazione dell’immagine né di “realtà alterata” C.D.

 

 

 

 

 
TORNA ALLA HOME - © 2008 carlodelli.com - Tutti i diritti riservati