www.carlodelli.com

Banner

Notizie

Notizie flash

2018

ottobre Tra le mie varie conferenze segnalo una PRIMA assoluta: "FOTOGRAFIA e SPIRITUALITA' - Fotografare in comunione con l'Universo" a Campi Bisenzio

ottobre Mostre "San Rossore" e la novità "IL RAPIDO CONFINE" nel bellissimo Chiostro di Cennano, a Montevarchi

settembre Mostra NEW MAYIM nell'ambito di FotoincontriOFF a Bibbiena

maggio Dopo due anni sabbatici: Collettiva nella Galleria milanese QUINTOCORTILE, dal titolo Figurativastrattivo nell'ambiìto del FOTOFESTIVAL, con l'opera unica "Ordinary wonder".

aprile 4° incontro di "Carlo Delli . CREATIVE LIFE" a Marina di Carrara organizzzato dal Circolo Fotografico Apuano

aprile Conferenza per la chiusura del Corso di Fotografia di Roberto Evangelisti al CRDU dell'Università di Pisa

marzo Conferenza "Ricerca, reportage, street photography o foto singola...in pratica" a Calci organizzata da IL GRUPPO

febbraio Collettiva d'Arte  "Più di trenta" , Studio Gennai, Pisa.

febbraio Conferenza "Ricerca, reportage, street photography o foto singola...in pratica", presso il Circolo Fotografico San Giorgio di Albenga SV

2017

giugno Nella splendida cornice della Certosa di Calci sono relatore al workshop "Fotografare il comportamento animale"

giugno Interessante e proficua presentazione del mio libro "... nelle nostre ossa" presso la Coop di Porta a Mare a Pisa!!

maggio Serata di Creative Life a Campi Bisenzio, su invito del grande Giorgio Tani presso il Gruppo fotografico IDEA VISIVA

maggio Sono relatore alla Gionata di Studio "Piante e animali" alla Facoltà di Agraria di Pisa

aprile Con grande piacere sono stato invitato a Firenze dal fotoclub IL CUPOLONE per una serata su fotografia e poesia.

marzo Davvero molto interessante il convegno su Astrattismo e Natura a Palazzo Vitelli a Pisa, che mi ha visto tra i relatori.

febbraio 100° conferenza!!!  Presso il Circolo FotoCineGarfagnana, a Castelnuovo Garfagnana, "INCONTRO CON l'AUTORE-CARLO DELLI"

a gennaio è uscito il mio Ebook, che è anche un AUDIOLIBRO, "...sulle nostre ossa", che racconta una breve ma intensa storia in liriche e fotografie. Lo trovate su www.intrecciedizioni.it o su Ibook dell'Apple Store.

11 novembre 2016: I° incontro Carlo Delli . creative life , Pisa, via Valgimigli 1

22 aprile 2016: sono relatore all'incontro-dibattito su "Etica e atto fotografico oggi" alla Scuola Superiore S.Anna di Pisa.

Marzo 2016: la mia opera "La Terra non ci guarderà mai", appositamente creata per il tema "Il cinema e lo sguardo degli altri" è esposta al MAM - Museo Arte Moderna - di Cosenza.

Dal 26 settembre al 18 ottobre 2015 ho esposto un dittico di Fotografie e FotoScultuRes al Museo di Arte Contemporanea Carà di Muggia-Trieste.

New York !!! Dal 21 maggio al 3 giugno 2015 esposizione di fotografie e fotosculture della serie "Mari" nella bella ONISHI Gallery nel quartiere artistico di Manhattan, Chelsea, comprese nella mostra "The vibrancy of being human".

Aprile 2015: impegnativo SOLO STAND alla Fiera M.I.A. , Milan Image Art, insieme alla Galleria Spaziofarini6 di Milano.

Aprile 2014: emozionante mostra personale nella Galleria 10.2! International Research Contemporary Art di Milano, curata da Gigliola Foschi, con le fotografie de I racconti di Mayim e il Video IO sono molto più di mayim n°1.

Dal 21 dicembre 2013 al 30 marzo 2014 la mia mostra "Dell'acqua e della luce" nelle due grandi sale del secondo piano di Palazzo Lanfranchi a Pisa. 24 fotografie in grande formato tra cui le 10 inedite di "IN UTERO".

Nell'agosto 2013 una mia opera e un mio testo poetico alla collettiva Luci e ombre - Tornare @ Itaca a Grimaldi, in Calabria. La mostra è replicata a Milano in novembre-dicembre.

Nel giugno 2013 ho partecipato alla collettiva "Natura permanente e la Cura - l'acqua, l'aria" a Palazzo Pirola a Gorgonzola, con testi di Eleonora Fiorani, con le opere Mare n°3 e Mare-fuori serie n°1.

Nel maggio 2013 sono stato presente alla collettiva "Shop_Les jeux d'amour" nella Galleria OSTRAKON di Milano, con un'opera di FotoSculptuRes in vetro, fotografia, legno e resina, della serie "Nell'ora che mi conosci".

Novembre 2012: per la seconda volta sono all'evento "ARTISTA DI LIBRO" alla Galleria 10.2! di Milano con l'opera "...sulle nostre e sulle vostre ossa".

Il 24 maggio 2012 ho presentato il mio libro d'arte "Trattato sull'apparizione delle lettere e delle immagini" nella galleria DIE MAUER a Prato, insieme al prof. Massimo Mussini.

Aprile-agosto 2012: due mie opere della serie "I racconti di Majim" - in formato 66x100cm sotto plexiglass - alla mostra "Acqua è energia" all'Acquario Civico di Milano nell'ambito di PhotoFestival 2012.

L'evento-mostra ARTISTA di LIBRO mi ha visto tra gli 8 partecipanti alla Galleria 10.2! di Milano. Il vernissage, sabato 8 ottobre 2011, è stato molto positivo!

Il 10 giugno 2011 ho presentato all'SMS di Pisa il mio libro fotografico NATURA di S.ROSSORE-CREAZIONI. Tanta gente, tanti fotografi, tanti amici! davvero una serata emozionante, grazie a tutti!

Nel maggio 2011 è stata aperta nella sede milanese della Galleria 10.2! International Research Contemporary Art la mia mostra "Fotocreature DigOut", curata da Lorella Giudici e Denis Curti.

Febbraio 2011: ho partecipato alla Fiera d'Arte AFFORDABLE ART FAIR - MILANO www.affordableartfair.com come artista della Galleria milanese 10.2! International Research Contemporary Art !! www.diecipuntodue.it

Il 29 gennaio 2011 si è tenuto l'evento CARLODELLI - POESIA, FOTOGRAFIA e IMMAGINE nell'Aula Magna del S.Anna a Pisa, con Bob Evangelisti, Athos Bigongiali e Pierantonio Pardi

Una mia opera è stata presente all'evento "TUTTO IN UNA SCATOLA... D'ARTISTA" nella Biblioteca di Filosofia e Storia, a Pisa, dal 2/10 fino al 31/12/2010

Nel luglio e agosto 2010 si è tenuta la mostra I racconti di Majim e altre storie nei grandi spazi dello STUDIO GENNAI di PISA.

Dal 14 al 27 maggio 2010 ho tenuto la mostra FOTOCREATURE-INSIDER EXPOSITION nel bellissimo spazio dello Studio d'Arte Pucci a Pietrasanta.

Dal 17 aprile fino al 18 maggio 2010 mostra personale "MAJIM-Fotocreature" all'SMS in San Michele degli Scalzi a PISA, nell'ambito de "IL FUTURO DELL'ACQUA".

12/2009 La FIAP mi ha conferito la sua massima onereficenza: MAESTRO FIAP.

11/2009 E' nato il "TRATTATO sull'APPARIZIONE delle IMMAGINI e delle LETTERE", una edizione speciale in due tirature limitate del mio ultimo libro di poesie.

11/2009 Col progetto FOTOCREATURE DIG-OUT sono uno dei 24 finalisti del XIII Premio Internazionale MASSENZIO ARTE a ROMA. (vedi www.massenzioarte.it).

07/2009 E' terminata il 23 luglio una mia mostra nel bellissimo ambiente SPAZIO81-MORE a Milano. Si può vedere nella sez. MOSTRA MILANO 2009 nel mio sito principale (www.fotocreature.com)

07/2009 Ho realizzato una foto per la copertina del disco "Sorry but I feel so bad" del gruppo rock "The Blacklies": vedere su www.theblacklies.com.

15 maggio 2009: sono stato presente al Circolo fotografico LE GRU di Valverde (Catania) alla inaugurazione di una mia mostra con un interessante dibattito. Grazie agli amici siciliani!!

11/2008 Un mio ritratto in b/n del poeta Alberto Caramella è sulla copertina del doppio CD "Il soggetto è il mare" con musiche di Gianmario Liuni e testi di Alberto Caramella

Monte Pisano


Pisano


MONTE PISANO- Edito nel 2000 è un libro di documento e narrazione sui paesaggi, ambienti, piante e animali di un circoscritto territorio di colline e monti di 20 x 7 km tra Lucca e Pisa.

Titolo del libro: MONTE PISANO e Monti d’Oltre Serchio - Paesaggi e Natura tra Lucca e Pisa

Edito da Pezzini Editore, Viareggio nel formato 28x28 con sovraccoperta, ha 217 pagine con 215 fotografie a colori

1° edizione del settembre 2000 - esaurita; 1° ristampa del novembre 2001- esaurita; i 9 volumi rimasti sono per collezionisti al prezzo di 120 € considerando che una ristampa ai costi attuali è impossibile e si pensa di fare eventualmente una nuova edizione con circa metà delle foto.
 
Fotografie e didascalie: Carlo Delli

Progetto grafico: Carlo Delli e Orano Albiani

Impaginazione: Orano Albiani

Consulenza botanica: Prof. Fabio Garbari, Praefectus dell’Orto Botanico di Pisa.
Consulenza erpetologica e zoologica generale: Dr. Marco Zuffi, museo di Storia Naturale  Università di Pisa.
Prefazione curata dal Prof. Carlo Da Pozzo, Ordinario di Geografia, Università di Pisa.
Traduzioni delle didascalie: Mrs. Sarah O’Donnel Stefanini.



Ho abitato per parecchi anni in Val di Noce, alle pendici del Monte Verruca, sul Monte Pisano. L’idea di fare un libro con le fotografie che stavo raccogliendo sul territorio è stata all’inizio timida, ma poi qualcuno mi ha dato la spinta e l’aiuto necessario per darle forza. Questo qualcuno è lo stesso Monte Pisano, che a un certo punto ha cominciato a “chiamarmi” per svelarmi dove e quando fissarne le bellezze più nascoste, in modo da offrirle poi a tutti. Come può mai un luogo entrare in comunicazione, cioè dialogare, col suo “esploratore” e frequentatore? Non lo so come faccia ma sono sicuro che può farlo! Con me l’ha fatto e quindi può farlo con altri. Questo come molti altri luoghi possono dialogare con noi fotografi di Natura. Nello stesso anno di uscita del libro ho sentito queste stesse idee da Denis Curti (attualmente Direttore dell’Agenzia Contrasto di Milano e Vicepresidente della Fondazione FORMA) in un workshop da lui tenuto, e da allora mi sono fatto sempre più coraggio a confessarle. Ne parlerò più approfonditamente nel Capitolo delle Idee.
     Gli scopi del libro sono due, credo chiaramente espressi nella mia Introduzione qui di seguito riportata. Le immagini usate tra le migliaia raccolte in più di sette anni sono volutamente di documento e di narrazione. Credo che pochissime foto - se non nessuna - sconfinino nella creatività così come attualmente viene intesa nel mondo della fotografia; se invece si intendesse una creatività “alla Ansel Adams” ve ne sarebbero di più. Il bello è che ogni osservatore legge nelle fotografie secondo la sua sensibilità e quindi ogni vostro giudizio personale è lecito e fortunatamente diverso da quello degli altri.
Per essere chiamato libro una raccolta di immagini deve avere uno svolgimento, un senso logico, un progetto, come se le fotografie fossero parole che lette nell’ordine stabilito dall’autore formassero un discorso di senso compiuto. Qui lo svolgimento è semplice e classico; si parte dai paesaggi più vasti verso quelli più ristretti e si prosegue poi secondo una classificazione naturale: piante e funghi, ragni, insetti, anfibi, rettili, uccelli, mammiferi. Alla Introduzione seguono le Note Tecniche. Le fotografie qui presenti sono una raccolta delle più significative (ovviamente secondo me).
     Potete anche provare ad indovinare chi ho dedicato il libro, ecco la dedica: <<Dedico uesto libro ad Armando,grande amico e "protettore" fidato, che tante volte mi ha accompagnato e incoraggiato nei miei giri su questi monti. Molte foto si devono alla sua presenza: dopo la sua morte mi sono accorto che uscire da solo era più duro e le mie "girate" si sono da allora assai diradate; se lui ci fosse ancora questo libro sarebbe senz'altro migliore>>.


INTRODUZIONE dell’Autore

Nel cercare di fare un libro di fotografia che avesse come soggetto i paesaggi e la natura del Monte Pisano e delle Colline Pisane d’Oltreserchio non sono stato inizialmente molto incoraggiato, né in famiglia né tra gli amici, perché quasi tutti erano convinti che questa piccola parte di mondo fosse, dal punto di vista naturale, irrilevante. In effetti abbiamo qui vicino il Parco di Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli che ha senz’altro una fauna molto più appariscente e la Garfagnana e le Alpi Apuane che sono hanno senz’altro paesaggi molto più spettacolari. Per di più il Monte Pisano non viene trattato molto bene dall’uomo: incendi dolosi lo impoveriscono annualmente della sua vegetazione più caratteristica, gitanti occasionali sporcano ovunque arrivino, chiunque vi abiti può far passare lunghi tubi per la presa di acqua nel bel mezzo dei suoi torrenti, monumenti importantissimi sono stati fatti ormai cadere in rovina, linee elettriche visibili da decine di chilometri lo attraversano sfregiandolo inutilmente… e potrei continuare a lungo.
    Ma è proprio per questo che ho insistito. Qui ci sono ancora molte ricchezze naturalistiche, non so per quanto ancora ma ci sono. Sicuramente fino ad oggi non sono state valorizzate come potevano, ma credo, dopo aver visto l’interesse di alcune associazioni e di molte amministrazioni comunali verso queste ricchezze, che la sensibilità pubblica e privata stia crescendo intorno a loro ed allora chissà, anche una piccola mano in più che questo volume può rappresentare potrà servire ad aumentare, stimolare e magari aiutare tale sensibilità. Questo è il primo scopo di questo libro.
    Il secondo è far riflettere sul fatto che chi ha cuore, intelligenza e passione può trovare tesori in ogni piccola parte del mondo naturale e per lui qualsiasi “Monte Pisano” sarà un universo sterminato di sorprese e bellezze. Non per niente sottolineo a tutti che la chiave di lettura di questo volume è la fotografia naturalistica, cioè il rappresentare la realtà naturale su di una pellicola; una realtà magari cercata e ricercata, non usuale, ma pur sempre realtà. Nessuna immagine è stata alterata o ritoccata dopo lo scatto e questa è la forza vera ed originale della fotografia tutta, non solo della fotografia naturalistica.
    Se tutto questo e molto altro si potrà vedere ancora in futuro in questo territorio dipenderà da noi tutti. Noi umani possiamo un po’ migliorare il mondo in cui viviamo o peggiorarlo molto, e per “mondo” non intendo solo quello naturale ma anche e soprattutto quello culturale.
    Niente più di come trattiamo la Natura è la misura di come trattiamo tutto il nostro “mondo”.


NOTE TECNICHE.

Ad eccezione di pochissime immagini dove è stato usato un polarizzatore per scurire il blu del cielo, non è mai stato usato nessun altro filtro. Poche volte ho usato il flash se si eccettuano, ovviamente, i soggetti attivi o sorpresi di notte, o che si trovavano nel sottobosco. Sono stati usati obiettivi di quasi tutte le focali esistenti fino all’800 mm /5,6 con la prevalenza di un 20 millimetri f/2,8, di un 400 millimetri f/4.5 e di un 100 millimetri f/4 macro. L’accessorio più “consumato” è risultato alla fine un robusto cavalletto. Tutte le immagini sono state ottenute su pellicola invertibile (per diapositiva) da 100 e da 50 ASA. Per tutti quelli che fanno spesso una certa domanda dico che - pur se ho le mie preferenze - la passione e la pazienza sono molto più importanti della marca dell’attrezzatura e delle pellicole, e che si cresce come fotografi confrontandoci con altri fotografi. Lo si può fare indirettamente tramite mostre, libri o riviste o meglio direttamente frequentando quelli con la nostra stessa passione, oppure le associazioni “specializzate” in foto-natura come l’AFNI, Associazione Fotografi Naturalisti Italiani, la cui sezione toscana è la più numerosa e attiva, oppure ancora un circolo fotografico come quelli associati alla FIAF. Per i pignoli avverto che per la civetta, l’upupa ed il cinghiale ho usato qui fotografie ottenute in aree circostanti perché migliori di quelle che ho realizzato sul Monte Pisano, dove comunque questi animali sono ben presenti.
Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Maggio 2011 07:12
 
TORNA ALLA HOME - © 2008 carlodelli.com - Tutti i diritti riservati